“Ero l’amante di Michelle. Poi è finita male” e spuntano le foto hot

Marco Predolin e Michelle Hunziker, una love story che in pochi conoscono. La showgirl svizzera all’epoca era ancora minorenne e la loro frequentazione durò pochissimo, ma lo scandalo non mancò per colpa di alcune foto hot. Michelle aveva appena 17 anni ed era in rampa di lancio, mentre Predolin, all’epoca tra i più famosi conduttori televisivi grazie a programmi come “Il gioco delle coppie”, stava tentando di restare aggrappato allo showbiz prima di una lunga pausa. A fare scalpore non soltanto i 25 anni di età di differenza tra i due.

Nel 2006, la fulminea liason con il conduttore tornò prepotentemente alla ribalta. Nell’ambito del processo Vallettopoli, la Hunziker testimoniò di essere stata ricattata da Fabrizio Corona per alcune foto hot risalenti all’estate 1994, che la mostravano in topless alle Maldive con Predolin. Successivamente, Michelle fece marcia indietro, dichiarando di aver coinvolto Corona nella vicenda per errore e scagionandolo del tutto. Intanto, nel mirino delle accuse era finito lo stesso Predolin, incolpato di complicità con il paparazzo che aveva scattato le tanto controverse fotografie.

Nel 2011, ricostruisce “Fanpage”, Predolin raccontò una versione ben diversa alla rivista Corona Star’s, edita dallo stesso Corona: “Uscivamo insieme quando lei ha iniziato a lavorare… Grazie a me, a Parma… Poi ha posato per Roberta, la sua immagine ha iniziato a decollare, mentre la nostra storia è finita molto male. Lei si è messa con Eros… e tutto il resto è cronaca.

Che poi adesso debba per forza travestirsi da santa verginella, proprio no! L’ho portata in vacanza con me alle Maldive, una fuga molto romantica. Lei mi ha chiesto di farci delle foto rubate… Lei le ha date poi a un fotografo, Maurizio Spinelli, che le ha vendute ai giornali che, di conseguenza, le hanno pubblicate…

Lo stesso paparazzo lo ha testimoniato. Dopo qualche anno sono arrivate le accuse: io mi sarei venduto le sue foto insieme a Corona e la avrei ricattata perché ho bisogno di soldi. Tutte falsità!“.

Qualche anno dopo la situazione si calmò: “È stata una ragazzata. Molti anni di differenza: lei giovanissima, io quarantenne. È nata questa storia, una storiella che poi è finita male perché ci sono state delle voci brutte. Io credo di essermi comportato molto bene, non ho mai giocato né sfruttato questa situazione. Sono contento se si è rifatta una vita e sono contento di tutto quello che ha realizzato. Forse dovevamo rimanere amici“.

Rispondi