Elisa non ce l’ha fatta: era giovanissima

Tragedia alle 5.35 di oggi, 4 maggio, a San Vito di Altivole, in via degli Alpini. Una Fiat Punto diretta a Montebelluna è uscita di strada, ha sbattuto contro un muretto di cemento armato (di un accesso carrabile) e ha preso fuoco:

morta carbonizzata Elisa Girolametto, nata il 30 dicembre 2001, di Spienda di Riese Pio X. Sul posto i vigili del fuoco di Castelfranco, i volontari di Asolo oltre ai Carabinieri ed al Suem.

La ragazza, studentessa universitaria, impegnata in un tirocinio in una casa di riposo, stava raggiungendo il posto di lavoro per il suo primo giorno di impiego, quando ha perso il controllo dell’auto. La salma è stata portata in ospedale a Castelfranco.

Elisa Girolametto aveva solo 19 anni, era una volontaria della Croce Rossa Italiana – Comitato di Bassano del Grappa, lo stesso comitato la descrive come una ragazza “molto attiva con i volontari giovani e nei servizi sanitari”.

Elisa, ex studentessa dell’istituto “Remondini” di Bassano del Grappa, frequentava la facoltà di scienze infermieristiche. Un addio commosso, straziante, quello del fidanzato di Elisa, Giorgio Gheno, affidato a Facebook: “Ti ho aspetta tanto, sei rimasta con me troppo poco.

Ciao Amore mio!!! Buon viaggio…”. Assieme a lui piangono la perdita i genitori Diego Girolametto e Marina Maria Zannini e le sorelle. Di seguito un altro post davvero commovente. Un forte e caloroso abbraccio a tutti loro.

Rispondi