“Ecco chi è Mario Draghi e perché dire no al suo Governo. Il popolo italiano deve ribellarsi!” (Video)

E’ arrivato nel pomeriggio il sì di Mario Draghi al presidente Mattarella: l’ex presidente della BCE ha accettato l’incarico da nuovo Premier con riserva dopo il nulla di fatto del Presidente della Camera Roberto Fico, comunicato ieri sera al Capo di Stato. Sono ancora poche e fugaci le informazioni su cosa ne pensino le varie forze del Parlamento. Si parla di un no del Movimento 5 Stelle, di un Renzi in visibilio, di un Salvini che nicchia, mentre la Meloni invita il centrodestra all’astensione. Già si possono capire però quali potrebbero essere le priorità del nuovo premier incaricato.

Ha cercato di farlo in diretta l’economista Valerio Malvezzi tramite un curriculum tanto lungo quanto eloquente, quello di Mario Draghi, che non lascia spazio all’immaginazione, dopotutto il proverbio potrebbe calzare bene in questo caso: dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.Ne abbiamo parlato in diretta con Fabio Duranti e Francesco Vergovich: ecco la spiegazione di Valerio Malvezzi.

“Vorrei fare un piccolo e modesto appello al Presidente della Repubblica. Quello che mi viene da commentare su questa situazione è innanzitutto che vince la Troika, questo è palese. Biden è stato fatto vincere in America. In questo momento c’è l’interesse da parte della finanza internazionale di mettere una pedina in un paese vitale, che è l’Italia.
Ho sentito fare ragionamenti come “meglio mettermi qualcuno che mi difende in casa”, “meglio mettermi la tigre in casa così non vengono i ladri”. Ho sentito questi ragionamenti nei corridoi.

Io temo molto che passerà il Governo Draghi.
Le tre ragioni per cui io chiedo all’opposizione attuale di votare contro sono tre argomenti secondo me lapidari per dire no al Governo Draghi.
Primo: vi ricordo che cos’è Black Rock.
Black Rock è uno dei più importanti fondi mondiali d’investimento che si occupa di asset a livello planetario e che tra i vari asset compra le banche. Ebbene a fine 2018 uscì un articolo su “Il Sole 24 Ore” dove si denunciava il fatto che la BCE aveva dato incarico di effettuare gli stress test non ai propri uffici interni o agli uffici delle varie banche centrali che detengonola BCE, ma a Black Rock.
Allora io andai alla Camera dei Deputati a fare un convegno e dissi: “Ma non c’è un conflitto d’interessi grande come una casa?”
Cioè il controllore degli stress test del sistema bancario, cioè quello che gli va a dire le banche che devono ricapitalizzare o no (non sto a dire cosa è successo nel sistema bancario italiano tra il 2013 e il 2019 con banche popolari che in realtà non lo erano), tutta quella roba lì avviene perché una società privata, ovvero quelli che vanno a comprare le altre banche, sono quelli che danno i giudizi sulle banche.
Chi era alla presidenza della BCE quando fu dato l’incarico a Black Rock? Mario Draghi.

Argomento 2: le privatizzazioni degli anni ’90 e tutta la visione neoliberista dell’economia, cioè privato è bello e pubblico è brutto, fu fatto quando era direttore del Ministero del Tesoro un signore che si chiamava Mario Draghi. E’ lui che ha aperto la strada alle privazioni del mercato italiano. La distruzione del sistema italiano con le privatizzazioni ha un padre che è Mario Draghi.

Ragione numero 3: Draghi dopo aver lasciato il Ministero va a lavorare da Goldman Sachs. E’ assolutamente uomo di riferimento della finanza internazionale e la mia osservazione politica è che mi sembra evidente che chi rappresenta i pochi miliardari della finanza non può rappresentare i molti.
L’Italia ha bisogno di un Premier politico. I grandi classici della Grecia vedono la democrazia intesa come governo – e non potere – del popolo. Beh il governo del popolo deve vedere come Primo Ministro un uomo politico, e l’uomo politico non può essere un uomo della finanza.
Queste sono le tre ragioni per le quali il popolo deve ribellarsi“.

 

Rispondi