E’ morto Riky Coman, il tiktoker 17enne che raccontava con ironia la sua battaglia contro il cancro: “Addio piccolo guerriero”

Ha raccontato la malattia a migliaia di ragazzi, con la cifra dell’ironia, ma anche con sincerità e coraggio. Senza nascondere quando aveva paura di non farcela ma mettendo sempre davanti a tutto la voglia e la gioia di vivere. Persino in quel giorno no in cui si “è dipinto” il volto e si è raccontato come un “clown psichedelico”. Fino alla fine ha provato a vincere il cancro che lo aveva colpito tre anni fa. E invece ha perso la sua battaglia contro il sarcoma di Erwing Riccardo Coman, conosciuto come Riky, il tiktoker 17enne che in pochi mesi aveva conquistato oltre 385 mila follower e che anche su Instagram ne aveva a migliaia.

Da gennaio dell’anno scorso quando si era iscritto sul social network aveva postato oltre 400 video in cui raccontava ai giovanissimi il suo stato di salute e le terapie a cui si sottoponeva. I capelli e i chili persi, i viaggi verso l’Istituto Tumori di Milano, e come la malattia aveva cambiato la sua vita quotidiana, il rapporto con gli altri, la visione di un futuro. Eppure non aveva smesso fino all’ultimo di sognare l’estate e raccontare che ci si stava preparando.

Riccardo abitava a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo, insieme ai genitori e al fratello, e lì frequentava il liceo don Milani che sognava di finire per iscriversi all’università. Il suo ultimo ciclo di cure risaliva a marzo e in un video pubblicato recentemente diceva di sentirsi meglio. Alla fine la malattia ha vinto e ora che non c’è più su TikToker in tantissimi hanno un pensiero per Riky “il piccolo guerriero”.

MILANO.REPUBBLICA.IT

Rispondi