“È il corpo di tua madre” E la reazione di Benno colpisce il suo avvocato

A dargli la notizia in carcere sono stati i suoi avvocati. Il giovane è scoppiato a piangere e ha ripetuto per lungo tempo: “Hanno ritrovato la mia mamma”

L’inchiesta sulla morte della coppia di Bolzano potrebbe essere ad una svolta. Il ritrovamento nel fiume Adige del corpo di Laura Perselli, la madre di Benno Neumair indagato per l’omicidio dei genitori, offre un ulteriore tassello nella ricerca della verità.

A colpire, oggi, è però la reazione del 30enne, che alla notizia del ritrovamento del cadavere della madre è scoppiato in lacrime, ripetendo più volte: “La mia mamma non c’è più. L’hanno ritrovata”

La donna è sparita nel nulla lo scorso 4 gennaio insieme al marito Peter Neumair. Sin da subito le ricerche si sono concentrate nella zona e i sospetti, con il passare dei giorni, sono caduri sul figlio della coppia Benno Neumair 30 anni. Il giovane ora si trova nel carcere di Bolzano in custodia cautelare ed è qui che ha ricevuto la notizia del ripescaggio del corpo della madre Laura dal fiume Adige. A comunicarglielo è stato il suo avvocato Flavio Moccia, come riporta il Corriere della Sera.

A colpire il legale di Benno è stata la reazione del giovane di fronte alla notizia del ritrovamento del cadavere di Laura: “Si è emozionato tantissimo, non è nemmeno riuscito a finire la frase e si è messo a piangere, perché in fondo ha sempre avuto la speranza che i suoi genitori fossero vivi”. Al Corriere anche Angelo Polo, secondo avvocato di Benno, ha raccontato delle prime reazioni del 30enne alla notizia: “Avrà ripetuto mille volte: ‘La mia mamma non c’è più. L’hanno trovata, non c’è più’, e siamo stati per mezz’ora abbracciati con lui che piangeva”.

Benno Neumair – che si trova nella casa circondariale di Bolzano dal 29 gennaio con l’accusa di aver ucciso sua madre e suo padre e di aver buttato i loro corpi nell’Adige – ha sempre negato la sua colpevolezza e i legali sono convinti che la sua reazione alla notizia del ritrovamento del corpo della mamma né sia una riprova. “Io vedo un ragazzo incredulo – ha proseguito l’avvocato Polo – per quello che gli sta capitando e che ha voglia di combattere.Il ché è una Il ché è una reazione che tendenzialmente ho visto nelle persone innocenti”.
Intanto, sul fronte delle indagini, gli inquirenti fanno sapere che la salma è stata trasportata all’ospedale di Bolzano dove i familiari hanno riconosciuto alcuni effetti personali di Laura Perselli. Nei prossimi giorni verrà eseguito l’esame del Dna per avere la prova scientifica che il corpo è quello della madre di Benno. Sarà l’autopsia, però, a rendere note le cause della morte. Dettagli che potrebbero dare una svolta alle indagini.

Rispondi