Denise Pipitone, un ex ufficiale confessa: “È viva e fuori dall’Italia”

Il caso di Denise Pipitone è ufficialmente riaperto, nuove dichiarazioni sono state rilasciate da parte di ex ufficiali. Uno di questi si è palesato a Mattino Cinque e Federica Panicucci ha spiegato che l’uomo è una persona fidata che conosce bene i fatti.

L’uomo, ha preferito non mostrarsi in volto, ma ha rilasciato una dichiarazione piuttosto dettagliata. In un filmato, con cappuccio nero, l’ex ufficiale delle forze dell’ordine sosterebbe che la bambina, ormai ragazza, sia ancora viva.

Al commissariato c’erano delle teste cercanti e non teste pensanti. C’era una mancanza di idee di dove andare a battere la pista. Nessuna cosa andava tralasciata. Evidentemente la bambina non è stata cercata bene. Non è stata cercata nel posto giusto. Il posto corretto è da individuare nelle carte che già ci sono. Ricordatevi che chiunque commetta un reato lascia qualcosa di sé nella scena del crimine in questione. Denise Pipitone è viva.

Questo racconto avvalora la tesi di Piera Maggio secondo cui, le indagini non sarebbero state eseguite bene e da persone competenti.

Il sequestro della bambina doveva essere utile a qualcosa, poteva essere una merce di scambio, quindi è probabile che sia viva e in qualche parte del mondo dove non conoscono nemmeno la televisione italiana. Ripeto che la bambina non è stata cercata nel posto giusto.

A confermare le parole dell’ex ufficiale è la pm Angioni, al momento non sembrano però esserci novità rilevanti circa la scomparsa della piccola. Nessuna pista aggiuntiva è stata seguita dagli inquirenti e per il momento si approfondiscono gli alibi di Anna Corona e sua figlia Jessica Pulizzi.

Rispondi