Coronavirus, Vladimir Putin riceve il vaccino. Clamoroso sospetto: non è lo Sputnik?

Il presidente russo Vladimir Putin ha ricevuto il vaccino contro la Covid-19. Lo riporta l’agenzia di informazione russa Ria-Novosti. Putin non ha tuttavia rivelato quale dei tre vaccini gli sia stato somministrato. “Putin si è fatto vaccinare contro il coronavirus. Si sente bene e domani avrà una giornata di lavoro completa” ha affermato Dmitrij Peskov, il portavoce del presidente. Mosca aveva già anticipato che il presidente si sarebbe sottoposto alla vaccinazione, ma senza rivelare con quale preparato in particolare. Appena lo scorso febbraio, la Russia ha registrato il terzo vaccino anti-Covid: il siero CoviVac, che si aggiunge allo Sputnik V e all’EpiVacCorona.

Stando alle affermazioni di Dmitrij Peskov, a Putin è stato inoculato “uno dei tre” vaccini russi, ma “non diremo quale nello specifico” perché “tutti e tre i vaccini russi sono assolutamente affidabili”, sono “sicuri ed efficaci”. Putin ha deciso autonomamente di sottoporsi alla vaccinazione, in seguito alla posizione , in larga parte, scettica della popolazione russa nei confronti di questi preparati. Il presidente russo ha deciso di non vaccinarsi in pubblico: “per quanto riguarda la vaccinazione sotto ai riflettori, a lui non piace” ha detto il portavoce, ribadendo che “tutti e tre i sieri russi sono assolutamente affidabili ed efficaci”.

In un incontro telematico con i produttori di vaccini, svoltosi lo scorso lunedì 22 marzo, Putin ha sferrato una forte critica nei confronti dell’Unione europea. “Molti in Europa non sanno nemmeno che la Russia ha richiesto tempo fa la registrazione del vaccino da parte dell’Agenzia europea del farmaco (Ema). La richiesta è stata inoltrata il 21 gennaio 2021, soltanto il 4 marzo abbiamo ricevuto la conferma che il procedimento di verifica fosse partito” ha dichiarato Putin “quali interessi stanno difendendo queste persone? Quelli di alcune aziende farmaceutiche, oppure quelli dei cittadini europei? Cosa stanno tramando? Lobbying? E queste stesse persone stanno cercando di darci una lezione e ci impongono le sanzioni”.

 

Rispondi