“Complicazioni post intervento per un tumore”. Terapia intensiva per Pelè

Sono giorni di grande ansia in Brasile per le condizioni Pelé, ricoverato presso l’ospedale Albert Einstein di San Paolo dal 31 agosto scorso e operato sabato per asportare un tumore.

Secondo TV Globo, O Rei è ancora ricoverato in terapia intensiva, e quindi non è stato ancora trasferito in una camera singola e non si sa ancora se il tumore sia benigno o maligno. Risale a lunedì l’ultimo bollettino medico.

All’età di 80 anni, il più forte giocatore della storia del calcio si è visto diagnosticare un sospetto tumore al colon. L’equipe medica ha prontamente deciso per il ricovero lo scorso 31 agosto. Stando a quanto comunicato proprio dalla struttura medica brasiliana..

“il tumore è stato identificato durante gli esami cardiovascolari e di laboratorio di routine e il materiale è stato inviato al laboratorio per l’analisi istologica”. Sabato scorso l’operazione, poi le parole di O Rei per tranquillizzare tutti. Di seguito l’ansa di poco fa:

“O Rei Pelé è ancora ricoverato in terapia intensiva, e quindi non è stato ancora trasferito in una camera singola”. Lo ha riferito, dai microfoni di Tv Globo, il reporter Marco Aurelio Souza, che staziona in permanenza davanti all’ospedale Albert Einstein di San Paolo, dove l’ex fuoriclasse si trova dal 31 agosto scorso.

“E ancora non c’è la risposta – ha aggiunto – se il tumore per il quale Pelé è stato operato sabato scorso sia maligno o benigno. Va ricordato che finora c’è stato un solo bollettino medico, quello di lunedì scorso”.

 

Rispondi