“Chiunque riconosca quest’uomo chiami i carabinieri”: arrestato il truffatore seriale

Convinceva le sue vittime che erano in pericolo. Così, con una scusa, chiedeva loro di raccogliere tutto l’oro e i gioielli e di sistemarli in un sacchetto. Quindi, approfittando anche di un solo attimo di distrazione, prendeva il bottino e spariva insieme al suo complice.

Il miracolo di restare “invisibile”, però, non gli è riuscito fino alla fine perché venerdì pomeriggio i carabinieri sono andati a bussare alla porta di casa sua. In manette è finito un uomo di 53 anni, un cittadino italiano con numerosi precedenti alle spalle, colpito da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Milano con l’accusa di furto aggravato perché ritenuto responsabile di sette colpi messi a segno nelle case di alcuni anziani di Corsico.

A indagare su di lui, per tutto il 2018, sono stati proprio i militari del paese dell’hinterland sud di Milano, che hanno ricostruito come il 53enne – spacciandosi per tecnico della ditta del gas o dell’acquedotto – avesse raggirato le vittime, portando via loro soldi e preziosi. Dopo averlo identificato – mentre il suo complice per ora è ancora ignoto -, gli investigatori hanno chiesto alla procura una misura preventiva, che nelle scorse ore è arrivata.

Il truffatore adesso si trova ai domiciliari, ma i carabinieri stanno continuando a lavorare su di lui perché il sospetto è che di raggiri ne abbia messi a segno altri. Per questo, d’accordo con la procura, l’Arma ha deciso di diffondere la foto del 53enne, invitando chiunque lo riconosca a contattare i militari.

Rispondi