Chi l’ha visto: l’intervento del presidente della comunità rom e la risposta di Piera Maggio

La scomparsa della piccola Denise Pipitone, negli ultimi giorni, è tornata ad attirare l’attenzione dell’intera Italia e finalmente, qualcosa si sta muovendo. Dopo 17 anni, il grido di Piera Maggio è stato ascoltato.

Durante l’ultima puntata di Chi l’ha visto, la madre della bimba scomparsa è stata ospite, in compagnia del suo avvocato Giacomo Frazzitta, in collegamento con Federica Sciarelli.

Il primo argomento trattato, è stato proprio quello della comunità rom. Tutti ricordano il video girato a Milano dalla guardia giurata, che mostrava una donna rom in compagnia di una bambina che chiamava Danas. Un video che per anni ha fatto credere che quella bimba potesse essere Denise, consegnata dopo il rapimento ad un gruppo di rom.

Chi l’ha visto ha così deciso di parlare con Gennaro Spinelli, il presidente nazionale dell’Unione delle Comunità Romanès in Italia. Il ragazzo ha espresso il suo pensiero riguardo le discriminazioni nate dopo la diffusione di quel video. Ha letto in diretta, un toccante messaggio inviatogli da una donna rom, dopo che il suo bambino le ha domandato se fosse stato rubato.

“I rom non rubano i bambini”, questo il messaggio che Gennaro ha voluto lanciare. E per fare la propria parte in aiuto a Piera Maggio, ha lanciato anche un appello nella sua lingua, rivolto a tutti rom. Ha chiesto loro di contattarlo se mai riconoscessero la donna o la bambina del video. Spinelli ha anche espresso la propria opinione dopo aver visto il filmato, dichiarando che secondo lui quella donna non sembrava affatto una rom, poiché non indossava nessun gioiello. Ed ha spiegato che l’oro e la bigiotteria sono per loro un segnale di orgoglio e le donne sono solite indossarli.

La risposta di Piera Maggio
Dopo aver sentito le sue parole, anche Piera Maggio ha espresso la propria opinione:

Non si sta dicendo che i rom hanno rubato Denise, l’abbiamo detto sin dall’inizio. Ma perché non abbiamo mai trovato quella donna e quella bambina, nonostante il lavoro fatto su Milano nel 2004? Ciò non è normale, perché se non era Denise, qualcuno avrebbe dovuto presentarsi e dire ‘Guardate questa bambina non è Denise e la finiamo qui’. C’è una risposta che devono fornirci dopo 17 anni, sul gruppo visto da Felice Grieco.

Rispondi