Chi l’ha visto, Denise Pipitone e le intercettazioni choc. Piera Maggio: “Anna Corona si era infatuata di me”

Intercettazioni inedite che complicano il caso Denise Pipitone, la bambina di Mazara Del Vallo scomparsa a 4 anni nel 2004. Ospite di Federica Sciarelli a Chi l’ha visto? su Rai 3, la mamma della piccola, Piera Maggio, ha cercato di ricostruire quanto successo dal giorno della scomparsa in poi, tra conversazioni telefoniche ambigue, microspie e depistaggi nelle indagini. Il primo errore risalirebbe al 2 settembre 2004, giorno successivo alla scomparsa di Denise, quando venne redatto un verbale dalla Questura di Trapani. A quanto pare, infatti, le forze dell’ordine erano convinte di aver ispezionato la casa di Anna Corona, la prima moglie di Pietro Pulizzi, il papà naturale di Denise. In realtà erano stati in un altro appartamento.

“In tutta questa storia ci sono state solo lacune e depistaggi, che col tempo non sono state chiarite ma sono addirittura diventate più oscure. Ho saputo della scomparsa di Denise alle 12.30 e sono arrivata a casa poco dopo, trovando già le forze dell’ordine sotto casa”, ha spiegato la signora Maggio. Resta ancora un mistero, per esempio, la telefonata a casa della mamma di Anna Corona. La telefonata sarebbe partita poco dopo la scomparsa della bimba. “La signora Lo Cicero, madre di Anna Corona, ha spiegato di aver ricevuto una telefonata dalla figlia che le diceva di tornare a casa perché era successo qualcosa. Abbiamo seguito i tabulati telefonici, c’è una sola telefonata che viene ricevuta da quell’utenza e abbiamo individuato via Rieti”, è intervenuto il legale di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta.

Poi il giallo delle intercettazioni: in commissariato, una microspia registrò le conversazioni tra Anna Corona, la figlia Jessica Pulizzi e Gaspare, l’ex fidanzato di quest’ultima. Particolarmente ambigua è la conversazione tra Gaspare e Jessica. L’audio è disturbato ma sembra che, parlando di Denise, Gaspare chieda a Jessica: “Che cosa le hai fatto?”. “L’ho messa dentro”, avrebbe risposto la donna bisbigliando. Ma questa versione non convince i legali di Jessica Pulizzi. Ci sarebbero state poi anche delle conversazioni tra Anna Corona e la figlia, nelle quali le due sospettarono della presenza di cimici. Il mistero attorno alla figura di Anna Corona si infittisce ancora di più quando Piera Maggio dice: “Ora dirò una cosa forte: Anna Corona aveva un atteggiamento molto ambiguo nei miei confronti. I suoi comportamenti erano fortemente provocatori. Era arrabbiata con me perché credeva che avessi distrutto la sua famiglia, ma il suo matrimonio era già naufragato. Non solo: credo che Anna Corona si fosse in qualche modo infatuata di me”.

liberoquotidiano.it

 

Rispondi