Caduta Libera, “come mi hanno consegnato i gettoni d’oro”: Nicolò Scalfi confessa, il metodo sconcertante

Nicolò Scalfi resta e resterà per sempre un campione. E’ amato da tutti: giovane e pieno di cultura. A Caduta Libera, il programma di Canale 5 condotto da Gerry Scotti, è stato in carica per tanto tempo ed ora che tornano in replica le puntate del 2018-2019 si continua a parlare di lui. A Tv Sorrisi e Canzoni svela com’è avvenuta la consegna dei soldi.

“Tra le due vittorie ho vinto circa 760 mila euro, ma non so dirti la cifra esatta perché è passato tanto tempo e poi c’è stata anche la vittoria del Torneo dei campioni”, racconta. Ovviamente la vittoria non è contanti, ma in gettoni d’oro (l’unica forma di pagamento consentita in un quiz televisivo). “La prima volta è arrivato a casa il corriere, tipo pacco di Amazon, con 200 mila euro in gettoni d’oro. Ho preso visione, come da prassi, dopo di che potevo scegliere se incassarli materialmente, e farne ciò che volevo, oppure ricevere un bonifico. Ho scelto questa seconda soluzione, anche se la cifra è diminuita per via della tassazione e del tasso di cambio“.

Il campioncino di Caduta Libera, tra l’altro, ha un sogno: tornare in tv. Magari a Pechino Express, ma non è escluso che potremo rivederlo anche in un reality-show. Ovviamente farebbe anche un altro quiz. “Quindi fosse per me, sì. Me lo hanno chiesto in tanti. Tra qualche anno voglio provare a partecipare ad altri programmi, ma bisogna vedere se mi prenderanno in considerazione. Inoltre so che bisogna aspettare un “tot” di tempo dall’ultima partecipazione oppure accordarsi con la produzione del programma a cui si è partecipato per avere il via libera. Insomma, anche nei quiz c’è un patto di non concorrenza”, conclude.

 

Rispondi