Bonus Inps fino a 100 euro a settimana: a chi spetta e come richiederlo

Da oggi si potrà usufruire del nuovo bonus che può prevedere fino a 100 euro a settimana. Come ogni iter che si rispetti la procedura è da svolgere online. Ora chiariamo a chi spetta e come ottenerlo, niente di più semplice. Ad annunciarlo è l’Inps con una appunto da ricordare.

Rispetto alla precedente edizione del bonus, sono cambiati importi e categorie di aventi diritto. Come per tutti gli altri bonus la domanda può essere inoltrata con le seguenti modalità: dal sito internet www.inps.it, mediante l’apposito servizio online. Spieghiamo meglio come funziona il bonus baby-sitting. 

Basta recarsi online per richiedere il nuovo bonus baby-sitting. Chi vuole accedere all’applicazione web può accedere al servizio tramite riconoscimento dell’identità digitale con SPID almeno di livello 2, Carta di identità elettronica (CIE), Carta nazionale dei servizi (CNS), ovvero tramite il PIN di tipo dispositivo rilasciato dall’Istituto. Ecco a chi spetta il bonus baby sitter: può essere richiesto dai lavoratori autonomi iscritti all’Inps, quelli della Gestione separata e quelli del settore sanitario pubblico o privato accreditato.(Continua dopo le foto)

 

La cifra del bonus baby-sitting potrebbe ammontare fino a 100 euro a settimana in caso di figli minori di 14 anni in dad o quarantena. La scadenza avverrà il 30 giugno 2021. Per quanto riguarda il settore sanità, possono richiedere il bonus le figure facenti parte delle categorie: medici, infermieri (inclusi ostetrici), tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sociosanitari (tra cui soccorritori e autisti/urgenza 118). Spazio anche ai medici di base e ai pediatri di libera scelta. L’importo raggiunto verrà erogato sul Libretto famiglia.

Rispondi