Bonus e pagamenti Inps marzo 2021, quali aiuti in arrivo per i lavoratori e le famiglie?

Bonus e pagamenti Inps marzo 2021, per milioni di famiglie e lavoratori italiani sono in arrivo tanti aiuti economici. A cominciare dal Reddito di cittadinanza, a fine al bonus bebè e Bonus Inpef, sono questi alcuni dei sostegni economici forniti dallo Stato italiano alle famiglie ed ai lavoratori in difficoltà.

Molti di questi aiuti, arriveranno proprio nel corso del mese corrente, marzo 2021. Ma quali nello specifico? L‘Inps sembra abbia erogato già diversi aiuti a famiglie e lavoratori e tanti altri li erogherà nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda il Decreto sostegno, bisognerà attendere ancora qualche giorno. Vediamo più nel dettaglio, le principali novità.

Bonus e pagamenti Inps marzo 2021, quali aiuti arriveranno per primi?

Ovviamente il primo appuntamento è quello che riguarda il pagamento anticipato delle pensione, così come avviene da quasi un anno a questa parte. Si parte dal 26 marzo con le prime lettere dell’alfabeto e si termina giovedì 1 aprile.

Naspi

A partire da ieri, mercoledì 10 marzo dovrebbe essere erogato l’assegno mensile di disoccupazione Naspi relativo al mese di febbraio. Non c’è una data ben precisa e per questo motivo, per sapere con certezza la propria data, bisognerà consultare il fascicolo previdenziale direttamente sul sito dell’Inps. Questo spetta a coloro che hanno cessato in modo involontario il rapporto di lavoro dipendente.

Reddito di emergenza

E’ questo un sussidio utile per la lotta contro la povertà che viene erogato nel mese corrente. Il Decreto sostegno dovrebbe prevedere una deroga di questa misura che spetta a tutte quelle famiglie che si trovano in difficoltà economiche. L’importo non è sempre lo stesso, ma varia in base all’Isee. Si va da un minimo di 400 ad un massimo di 840 euro.

Bonus Bebè

Anche questa misura rientra tra gli appuntamenti di marzo. Questo spetta a tutti i genitori che hanno messo al mondo un bambino oppure lo hanno adottato o preso in affidamento e vale per circa 12 mesi. Anche in questo caso l’importo non è uguale pr tutti e va da un minimo di 80 ad un massimo di 160 euro, in base all’Isee.

Se hai trovato interessante la notizia, condividila sui social con i tuoi amici.

Rispondi