Bergamo, ragazza di 15 anni uccide la madre. Motivo assurdo, per cosa avevano litigato

Una lite scoppiata per futili motivi si è trasformata in tragedia a Treviglio, in provincia di Bergamo, dove una ragazza di 15 anni ha ucciso la madre, di 43, con una coltellata alla schiena. A dare l’allarme è stata la stessa ragazza che ieri sera 14 agosto ha chiamato i carabinieri in preda al panico e alla disperazione. “Ho bisogno di aiuto, ho fatto del male alla mamma”, avrebbe continuato a ripetere al telefono.

Ma a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione di un’equipe medica giunta sul posto in pochi minuti. I militari hanno sentito a lungo la ragazzina, assistita come previsto in questi casi da uno specialista, per ricostruire quanto avvenuto. Avrebbe già fatto qualche spontanea dichiarazione.

Non era la prima volta che madre e figlia, che vivevano da sole, litigavano. La madre avrebbe rimproverato la figlia per il montaggio sbagliato di un mobile e da lì la discussione sarebbe degenerata. Madre e figlia erano in cucina e la 15enne ha afferrato un coltello colpendo la mamma con un solo fendente che però è risultato fatale. La 15enne, che è indagata per omicidio, è stata trasferita dai carabinieri in un istituto per minorenni.

liberoquotidiano.it

Rispondi