Baba Vanga e la profezia per il 2021: “Il mondo soffrirà ancora”

Baba Vanga è stata una mistica bulgara da sempre al centro di diverse quanto discusse attenzioni. La donna, nata nel 1911, ha trascorso la maggior parte della sua vita a Rupite, un villaggio montano del distretto di Blagoevgrad. Venuta a mancare nell’agosto del 1996, la chiaroveggente ha lasciato molti messaggi riguardati il futuro, pur senza annotare nessun pensiero scritto essendo analfabeta.

I suoi seguaci la considerano tuttavia in possesso di abilità paranormali, tanto da attirarsi gli attriti del clero ortodosso locale.

Monumento a Baba Vanga a Rupite

La tremenda profezia del 2021

Nelle sue previsioni Baba Vanga ha parlato anche del 2021 appena iniziato, presagendo una terribile crisi economica per l’intera Europa.

Inoltre, secondo le sue visioni, malattie infettive e altre immanità determineranno una sostanziale diminuzione della popolazione mondiale. Fra attentati e tragedie per personaggi illustri (dalla morte del presidente russo al ferimento di quello americano), ecco infine la profezia conclusiva:

“Il mondo soffrirà di molti cataclismi e grandi disastri. La coscienza delle persone cambierà. Arriveranno tempi difficili. Le persone saranno divise dalla loro fede”.

Dopo queste immani sciagure, per il lontano futuro la veggente ha predetto che la vera esistenza nel cosmo sarà scoperta e all’improvviso sarà chiaro come sia apparsa per la prima volta la vita sulla Terra. Inoltre nei prossimi duecento anni le persone conosceranno i loro fratelli spirituali di altri mondi, i treni voleranno “usando la luce solare”, mentre la produzione di benzina si fermerà e il nostro Pianeta finalmente si potrà riposare. La previsione più suggestiva di Baba Vanga sembra tuttavia essere la seguente:

“Un drago forte conquisterà l’umanità. I tre giganti si uniranno. Alcune persone avranno denaro rosso. Vedo i numeri 100, 5 e molti zeri”.

Rispondi