“Anna, adesso basta!”. Amici serale, volano stracci tra Maria De Filippi e la Pettinelli. Gelo in studio

È successo un po’ di tutto durante il serale di amici del 1° maggio 2021. Dall’eliminazione finale di Samuele Barbette, all’emozione (rarissima da vedere) di Maria De Filippi. Ma non solo cose belle e toccanti, anche un po’ di dura bagarre in studio. Che poi lo sappiamo fin troppo bene che per fare arrabbiare Maria De Filippi ad Amici ce ne vuole! Ma a riuscirci alla grande è stata Anna Pettinelli, alle prese in quel momento con Rudy Zerbi in uno dei loro scontri.

C’è da dire oltretutto che non era mai capitato che le due avessero scontri prima di questo serale in particolare. Tutto è avvenuto quando la Pettinelli ha attaccato Sangiovanni sulle barre, dichiarandone alcune di queste banali. Dunque Sangiovanni stava provando a rispondere ma Anna gli andava sopra. Dunque la De Filippi è scoppiata: “Anna lascialo parlare! Tu non fai parlare mai nessuno”.

Naturalmente lo scontro in cui Maria si è infilata era tra Rudy Zerbi e Anna Pettinelli, ai ferri corti dal primo giorno di anno accademico. Il motivo? Rudy Zerbi attacca sempre i brani di Aka7even e per questo Anna Pettinelli ha deciso di fare lo stesso con Sangiovanni. Addirittura la Pettinelli ad Amici 20 Serale ha portato un libro tutto nero dal titolo “Il libro nero delle barre”. (Continua a leggere dopo la foto)

 

 

A questo punto la conduttrice radiofonica ha trovato come prima frase banale la seguente “ho pure idea che tra uomini e donne non c’è differenza”. Dunque Rudy Zerbi viene smascherato e sbotta contro la Pettinelli: “Vergognati! E’ un tema talmente importante che in questi giorni al Governo si sta discutendo solo di questo”. (Continua a leggere dopo la foto)

Ma Anna Pettinelli rimbalza tutto e ne ha trovata un’altra, “e quando ti guardo mi affascini più dello Stato italiano”. Dunque Sangiovanni ha prima ricevuto la difesa ad Amici da parte del suo insegnante Rudy Zerbi. Poi Sangiovanni replica alla Pettinelli: e al giorno d’oggi sia giusto fare chiarezza”. Applausi, ma non troppi.

Rispondi