Amanda Knox, “disgustosa, stai zitta”: è polemica per le parole sull’Italia

Utenti del web contro Amanda Knox. La scrittrice americana è stata presa d’assalto dopo uno scivolone social, costatole carissimo, che rimanda alla sua detenzione in Italia dopo il delitto di Meredith a Perugia. Nell’ultimo post rispondendo a una domanda sulle storie dell’orrore personali da riassumere in cinque parole parla di “vacanza studio in Italia”. Nel dettaglio la Knox se n’è uscita così: “Unforgettable study abroad in Italy”, “l’indimenticabile vacanza in Italia”.

Immediata la replica di alcuni internauti italiani che l’hanno criticata a suon di “disgustosa”, “stai zitta”, “che simpatica” e “ogni tanto tiri fuori questo post”. A quel punto la ragazza americana è stata costretta a intervenire: “Il danno reputazionale che porto ancora dalla mia condanna ingiusta è incalcolabile, ma eccone un assaggio. Faccio una battuta su quella volta in cui sono stata orribilmente rinchiusa in una cella di prigione per 4 anni per un omicidio con cui non avevo nulla a che fare, e ricevo queste risposte”.

E ancora: “Nonostante questa ingiustizia soffro ancora ogni singolo giorno della mia vita, tengo la testa alta. So che i miei fratelli e sorelle incarcerati ingiustamente mi sostengono. So che i sostenitori della giustizia penale capiscono”. Amanda Knox ha passato 4 anni in carcere a Capanne per l’omicidio della coinquilina inglese Meredith Kercher, fino a quando è stata assolta definitivamente dalla Cassazione ed è tornata a vivere negli Stati Uniti.

è tornata a vivere negli Stati Uniti. 

 

Rispondi