Addio mascherina all’aperto, “si mette in tasca”: ecco la data della liberazione

Mascherine, Pierpaolo Sileri: “Con 30 milioni di

vaccinati stop all’obbligo di indossarla all’aperto”

Presto si potrà dire addio alla mascherina. La conferma arriva dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: “Quando saranno raggiunti i 30 milioni di persone con almeno una dose di vaccino e saranno trascorse tre settimane per avere una buona protezione, la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca”. Un pensiero, espresso durante un’intervista a Radio24, che fa ben sperare. Già adesso, infatti, siamo a circa 23 milioni e mezzo di dosi somministrate.

Parlando di ritorno alla normalità, Sileri è stato molto chiaro in un’altra intervista al Corriere della Sera. In particolare, ha affermato che tra meno di un mese, a giugno, l’Italia sarà come la Gran Bretagna. Dunque ci saranno maggiori libertà. Nello specifico, ha detto: “Questo è un virus cattivo. Ma capisco le persone e il bisogno di ricominciare a fare una vita normale, serve ancora pazienza per 2-3 settimane, aspettare che si concludano le vaccinazioni di tutti gli over 80 e che si arrivi a 30milioni di italiani coperti con almeno la prima dose di vaccino”.

Il sottosegretario del M5s si è detto anche piuttosto ottimista sul fronte vaccino: “Con 500 mila vaccinazioni al giorno, aumenterà anche il numero delle persone vaccinate e l’aumento dei contagi non dovrebbe avere effetti sui ricoveri. I decessi sono ancora parte della terza ondata. Ma se la campagna vaccinale continua ad andare avanti così, entro la fine del mese quel numero si dimezzerà”. Infine, sul green pass, ha spiegato che “arriverà entro due settimane e sarà un ulteriore stimolo a farsi vaccinare”.

 

LIBEROQUOTIDIANO.IT

Rispondi