Addio a Raoul Casadei, è morto il re del liscio: la sua musica conquistò le balere di tutta Italia

È morto, all’ospedale di Cesena, Raoul Casadei, musicista conosciuto da tutti come il ‘re del liscio’. Casadei aveva 83 anni ed era ricoverato dal 2 marzo scorso all’ospedale Bufalini. Le sue condizioni si sono progressivamente aggravate ed è morto in mattinata.

Nato il 15 agosto 1937 a Gatteo, comune italiano di poco meno di 10.000 abitanti della provincia di Forlì-Cesena, in Emilia-Romagna, Casadei aveva contratto il virus e, con lui, altri famigliari.

“Raoul sta benino, la preoccupazione maggiore è stata quando abbiamo notato sul saturimetro che la saturazione era bassa. Anche in considerazione dei suoi 83 anni, compiuti il 15 agosto, i medici che sono venuti a casa a fargli l’ecografia ai polmoni e hanno visto che aveva un po’ di polmonite, ci hanno consigliato di ricoverarlo”, raccontava a La Repubblica la figlia Carolina il giorno in cui il padre era stato ricoverato.

Raoul viveva con la moglie Pina e i figli alla fattoria soprannominata il ‘Recinto’ a Villamarina di Cesenatico: con lui dividevano la casa anche Carolina e i nipotini. Nel giardino, scodinzolavano tanti cani, considerati come dei veri e propri figli.

 

ll 15 agosto di quest’anno Casadei avrebbe compiuto 84 anni e, qualche tempo fa, in una lunga intervista a Il Venerdì de La Repubblica, ne era certo: non sarebbe mai sceso dal palcoscenico, non avrebbe mai abbandonato la sua ‘gente’.

Rispondi