A Milano arriva lo storico e maxi negozio di giocattoli newyorkese Fao Schwarz

Il celebre giocattolaio Fao Schwarz della Quinta Strada di New York arriverà a Milano in piazza Cordusio, dove quello che sorgerà entro il 2021 sarà il primo negozio dello storico brand a livello europeo. Lo annuncia una nota delle scorse ore.

Il mega store di giochi si troverà nel cuore della città all’interno di un antico palazzo di piazza Cordusio, vicino a Starbucks e Uniqlo. Ben 600 metri quadrati su tre piani riprodurranno la magia del famoso negozio newyorkese, oggi al numero 30 di Rockfeller Plaza dopo aver chiuso quello storico di Fifth Avenue.

A dare il via all’apertura l’accordo che Prénatal, già attivo nella distribuzione di giocattoli coi marchi Toys Center e King Jouet, ha firmato in esclusiva con la californiana ThreeSixty per aprire in Italia, nel capoluogo lombardo, entro il 2021, il primo flagship store Fao Schwarz dell’Europa continentale. Il patto prevede lo sviluppo di un piano strategico che, nell’arco dei prossimi anni, porterà il marchio di giocattoli anche in Spagna, Francia, Portogallo e Benelux, tutte zone in cui Prénatal Retail Group ha già una significativa presenza.

Cos’è Fao Schwarz

Il brand americano di giochi è noto per i suoi spettacolari negozi, i suoi prodotti curati, le esperienze ludiche che offre e i suoi enormi peluche. La sua storia inizia nel 1862, quando l’immigrato tedesco Frederick August Otto Schwarz (Fao, appunto) fonda, a Baltimora, la Fao Schwarz con il nome di “Toy Bazaar”. Nel corso degli anni aprono altri Fao Schwarz a Boston, Philadelphia e a New York.

La concorrenza e, soprattutto, l’avvento negli anni Duemila del commercio online ne accelerano il declino. Nel 2015 lo storico negozio sulla quinta strada chiude definitivamente. Quando poi il marchio viene acquisito dal gruppo ThreeSixty, è aperto il nuovo store a Rockefeller Plaza a New York, per poi arrivare anche a Pechino, Londra e Dublino. Nell’immaginario collettivo, Fao Schwarz viene ricordato per una sequenza memorabile in “Big” (1988), film di Penny Marshall. Tom Hanks, che interpreta un ragazzino diventato improvvisamente adulto, arriva nell’immenso store di giochi e suona la pianola-tappeto insieme all’altro protagonista della pellicola Roberto Loggia: il motivetto di “Hearth and Soul” diventa così immortale. Tra le altre cose, quello strumento calpestabile, “The Walking Piano”, lungo quasi 5 metri e con tre ottave, è rimasto in esposizione per decenni e un’attrazione imprescindibile del negozio newyorkese.

Non solo. Anche in “Mamma ho riperso l’aereo” (1992) Fao Schwarz compare ed è centrale nelle vicende del film. Nel lungometraggio, però, prende il nome di Duncan’s Toy Chest.

Rispondi